logo sisv

login

nome

password

Le antiche varietà di fruttiferi nel casentino pdf

5 dic 2011

---

Presentazione del volume:

LE ANTICHE VARIETÀ DI FRUTTIFERI DEL CASENTINO
Recupero, caratterizzazione e valorizzazione delle risorse genetiche autoctone di interesse agro-alimentare

A cura di F. Camangi e L. Segantini


05 Dicembre 2011
Scuola Superiore Sant’Anna
Piazza Martiri della Libertà, 33
56127 – Pisa
Aula 3

Il testo illustra i risultati del progetto Recupero, conservazione e valorizzazione del germoplasma frutticolo autoctono del Casentino, finanziato dall’ARSIA-Regione Toscana e attuato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa in collaborazione pari-tetica con la Comunità Montana del Casentino.
La ricerca ha evidenziato, per questo territorio, un rilevante patrimonio genetico che testimonia l’elevata agro-biodiversità selezionata nel tempo dagli agricoltori locali, per rispondere alle esigenze alimentari ed economiche della vita rurale del passato. Molte di queste varietà sono in grado d’adattarsi a specifici ambienti, sono resistenti alle condizioni avverse del clima e degli agenti pato-geni o aventi caratteri utili a ridurre al minimo i rischi di mancato raccolto e, ancora, capaci di de-stagionalizzare i consumi attraverso la matu-razione e la raccolta scalare dei frutti sull’intero arco dell’anno.
Il progetto ha permesso di recuperare ed esaminare 273 accessioni, riconducibili a 47 varietà di melo, 32 di pero, 14 di ciliegio e 1 di pesco.
Lo studio non si è limitato al mero censimento in campo dei fruttiferi e alla loro descrizione varietale, mediante la tradizionale schedatura pomologica, ma avvalendosi di varie competenze interdisciplinari li ha caratterizzati in ambito mole-colare, chimico-fisico, nutraceutico e sensoriale, senza altresì tralasciare l’aspetto culturale che nelle pratiche etnobotaniche si esprime appieno.

PROGRAMMA

15:00 - Apertura dei lavori

Indirizzo di saluto
Enrico Bonari
Direttore, Istituto Scienze della Vita Scuola Superiore Sant’Anna

Carlo Chiostri
Regione Toscana - Settore "Promozione dell'innovazione e sistemi della conoscenza"

Presiedono i lavori
Agostino Stefani e Luca Sebastiani
Laboratori BioLabs, Istituto Scienze della Vita - Scuola Superiore Sant’Anna

Relazioni

15:30 – Il Piano Nazionale sulla Biodiversità di interesse agrario e le esperienza in Toscana
Rita Turchi
Regione Toscana - Settore "Promozione dell'innovazione e sistemi della conoscenza"

15:45 - Illustrazione del volume
Fabiano Camangi
Laboratori BioLabs, Istituto Scienze della Vita - Scuola Superiore Sant’Anna

16:15 - Esperienze per la valorizzazione delle antiche varietà di fruttiferi del Casentino
Luca Segantini e Fabio Ciabatti
Comunità Montana del Casentino

16:30 - Prodotti tipici e tutela legislativa
Giuliana Strambi
Istituto di Diritto Agrario Internazionale e Comparato, CNR

16:45 – Discussioni e conclusioni

17:00 – Consegna del volume
Degustazione di prodotti tipici offerti dalla Comunità Montana del Casentino

Scuola Superiore Sant’Anna
Piazza Martiri della Libertà, 33
56127 – Pisa

Informazioni
A. Stefani/ e-mail: stefani@sssup.it
L. Sebastiani/ e-mail: l.sebastiani@sssup.it
F. Camangi/ e-mail: camangi@sssup.it
Tel. 050.883319
Fax 050.88.32.25

---