logo sisv

login

nome

password

Agricoltura custode della biodiversità: ma quale agricoltura? pdf

29 ott 2010

In omaggio al Prof. Em. Livio Poldini in occasione dell’ottantesimo genetliaco

Trieste 29 Ottobre 2010


“Uomini e donne dell’Occidente,

sprofondati in un radicale individualismo,

rischiano di dimenticare

il proprio futuro biologico”

(Ernst Nolte)


In Europa a seguito del programma “Rete Natura 2000” circa il 20% del territorio è stato sottoposto a regime di tutela. Estensioni simili sono state perimetrate anche nelle Regioni d’Italia. Non è pensabile che territori così vasti possano venire gestiti con criteri burocratici e centralistici.

Sarà necessario che l’agricoltura sia coinvolta nella gestione dei SIC e delle ZPS. Ciò comporta che da un’agricoltura di produzione si passi a un’agricoltura multifunzionale anche di servizio.

La tutela della biodiversità nazionale si attua nel modo più efficace mediante la conservazione dell’ecomosaico paesaggistico, per buona parte frutto dell’agricoltura tradizionale ove l’antropizzazione non è stata fattore limitante per la biodiversità ma l’ha incrementata con creazione di nuovi habitat.

La conservazione e valorizzazione del paesaggio rappresentano una delle nuove sfide per l’agricoltura indicate dalla riforma comunitaria dell’ “Health Check”.

Accanto ai servizi ecologici “storici” (difesa del suolo, controllo del ciclo dell’azoto, gestione della rete idrica minore, ecc.) l’agricoltura dovrebbe svolgere un ruolo fondamentale per la conservazione in azienda delle specie vegetali e delle razze animali in via di estinzione, nonché per la tutela degli habitat ad alta valenza naturale.

A fronte di questi obiettivi prioritari, si nota che nel nostro Paese, molto spesso in controtendenza rispetto alle linee d’indirizzo comunitarie, sia in atto un demenziale consumo del suolo agricolo. Dei 15 milioni di ettari degli anni ’50 ne sono andati perduti già 5 milioni (ca. 100.000 ha/anno) a causa di una inarrestabile edificazione speculativa. Nel contempo l’eccessiva tecnologizzazione del settore primario ha determinato un preoccupante calo di fertilità dei suoli.

La nostra SISV, area culturale libera da condizionamenti esterni, dovrebbe inserire nella futura attività congressuale questa complessa tematica, coltivando la contiguità e i sinergismi con agronomi ed economisti ambientali.

Prof. Livio Poldini


Programma

Aula Bachelet, Edificio A, I piano

9.00 Cerimonia ufficiale per l’ottantesimo genetliaco del Prof. em. Livio Poldini

9.30 Introduzione ai lavori - Carlo Blasi - Università La Sapienza, Roma, Presidente della Società Italiana di Scienza della Vegetazione

Moderatore: Fabio Taffetani – Università Politecnica delle Marche, Ancona

9.45 F. Marangon - Università degli Studi, Udine - Tutela e valorizzazione del paesaggio rurale: un valore aggiunto per l'impresa agricola?
10.00 U. Šilc, L. Marincek & A. Carni – Institute of Biology ZRC SAZU, Ljubljana - Agrocoenoses of NW Balkans: gradients and biodiversity.
10.15 S. Corazza, S. Pesaresi & E. Biondi - Università Politecnica delle Marche, Ancona - Gli indicatori della biodiversità in agricoltura: il caso delle HNV farmland.
10.30 F. Taffetani, A. Lancioni & M. Rismondo - Università Politecnica delle Marche, Ancona - Valutazione e gestione della biodiversità negli agroecosistemi.
10.45 Pausa caffè
11.15 A.R. Frattaroli, S. Ciabò, C. Console, G. Pirone & B. Romano – Università degli Studi, L’Aquila - Paesaggi agrari e ricostruzione: alcuni scenari nel post-sisma in Abruzzo.
11.30 M. Kaligaric, S. Škornik, N. Šajna &, S. Kaligaric - Oddelek za biologijo FNM Univerza, Maribor - Last remnants of wooded meadows along the Drava river in Slovenia: species composition is a response to management and ligth conditions.
11.45 F. Da Ronch & U. Ziliotto - Università di Padova - Praticoltura e gestione del pascolo per il mantenimento della landa carsica.
12.00 D. Galdenzi, E. Biondi, L. Colosi & S. Pesaresi - Università Politecnica delle Marche, Ancona - La qualità dell'agroecosistema nel Parco del Conero.
12.15 C. Blasi & L. Zavattero - Università “La Sapienza”, Roma – Il territorio agricolo della Provincia di Roma: tra crescita urbana e conservazione della biodiversità.

12.30 Discussione

12.45 Conclusione dei lavori - Carlo Blasi - Presidente della Società Italiana di Scienza della Vegetazione